ABBAZIA DI VALVISCIOLO E GIARDINI DI NINFA! Domenica 12 Maggio

  • Duration: 1 day
  • Departs: 12/05/2019
  • Price: €72

PARTENZA DA VT ALLE 8 DEL MATTINO, ARRIVO H 12 CIRCA ALL’ABBAZIA E VISITA CON GUIDA. AL TERMINE PRANZO COMPLETO IN RISTORANTE ZONA SERMONETA. NEL POMERIGGIO VISITA CON GUIDA ED INGRESSO DEL GIARDINO DI NINFA RIENTRO IN SERATA A VITERBO .

LA QUOTA DI 72 €A PERSONA COMPRENDE: BUS DA VT CON ACCOMPAGNATORE, INGRESSO NINFA CON GUIDA, VISITA ABBAZIA CON GUIDA, PRANZO IN RISTORANTE.

BIMBI FINO A 12 ANNI: 50 EURO

Domenica 12 Maggio!!

ABBAZIA DI  VALVISCIOLO E GIARDINI DI NINFA!

 

PARTENZA DA VT ALLE 8 DEL MATTINO, ARRIVO H 12 CIRCA ALL’ABBAZIA E VISITA CON GUIDA.  AL TERMINE PRANZO COMPLETO IN RISTORANTE ZONA SERMONETA. NEL POMERIGGIO VISITA CON GUIDA ED INGRESSO DEL GIARDINO DI NINFA RIENTRO IN SERATA A VITERBO .

 

LA QUOTA DI 72 €A PERSONA COMPRENDE: BUS DA VT CON ACCOMPAGNATORE, INGRESSO NINFA CON GUIDA, VISITA ABBAZIA CON GUIDA, PRANZO IN RISTORANTE.

BIMBI FINO A 12 ANNI: 50 EURO

 

L’Abbazia di  Valvisciolo a pochi chilometri dalla città di Latina, ai piedi del Monte Corvino, nel territorio di Sermoneta, è uno dei luoghi più importanti e misteriosi della provincia, in quanto lega la sua storia con quella dei templari. Dedicata a Santo Stefano fu fondato nell’ottavo secolo dai monaci greci basiliani di San Nilo, assunse il nome di “Valvisciolo” nel dodicesimo secolo. Si pensa possa avere due significati Valle dell’Usignolo (vallis lusciniae)  l’abbazia si trova infatti in una piccola valle chiamata nel medioevo “dell’usignolo” o Valle delle Visciole (una varietà di ciliegie selvatiche).

 La sua storia ad i templari che si stabilirono intorno al tredicesimo fino ai primi del quattordicesimo secolo quando fu sciolto l’ordine. Vi è addirittura una leggenda che racconta che quando venne posto al rogo l’ultimo Gran Maestro Templare (Jacques de Molay) gli architravi dell’abbazia si spezzarono.

Successivamente ai templari vi si insediarono i monaci cistercensi (che tuttora abitano l’abbazia) l’Abbazia di Valvisciolo rimase senza monaci nel periodo che va dal 1811 (leggi napoleoniche) al 1863, quando Papa Pio IX la restaurò a sue spese, conferendogli l’aspetto attuale, chiamandovi i cistercensi di Casamari per la cura spirituale della popolazione locale.

800px-Giardino_di_Ninfa_13 800px-Giardino_di_Ninfa_38